Month: February 2019

Keith Jarrett – La Fenice [ECM, 2018]

By Marcello Nardi Feb 27, 2019 0

Come attraverso in un viaggio, siamo ora in grado di guardare allo sviluppo di un linguaggio che è nato negli anni ’80, con Dark Intervals, il Paris Concert ed il Vienna Concert, fino a La Scala degli anni ’90. Il tempo è divenuto un elemento centrale nel suo modo di suonare, anche se in una maniera più sottesa. Attraverso l’intera performance registrata a La Fenice nel 2006, Keith Jarrett ha disegnato una mappa segreta. E’ simile a quello che Borges racconta nell’epilogo de L’Artefice, quando l’artista guarda le opere che ha creato ed i mondi che ha popolato, e vi… Continue reading

Keith Jarrett – La Fenice (ECM 2018)

By Marcello Nardi Feb 27, 2019 0

Moving through a journey, we are now able to see the development of a language that started earlier, through Dark Intervals, Paris Concert and Vienna Concert in 80s, then via La Scala in the 90s. Time becomes more central in his playing, even though in a less apparent fashion. Through the entire show recorded at La Fenice in 2006, he draws a secret map. It’s much like what Borgues told in the epilogue of his Dreamtigers, we can read a secret trademark of the artist if looking from the above at the worlds (s)he created: if we could see a map of Jarrett‘s… Continue reading

Anton Eger – Æ [Edition Records, 2019]

By Marcello Nardi Feb 12, 2019 0

Æ mette in campo una moltitudine di forze che collassano una sull’altra, lasciando senza il senso che si stia andando verso una direzione decisa una volta per tutte. Quando si è tentati di chiamarlo caotico, diventa intensamente pop, quando i synth da discoteca prendono il sopravvento, allora il batterista aggiunge una serie di incredibili pattern poliritmici. Nulla è mai stabile, ma tutto definitivamente unico. Un lavoro che punta in una direzione dove anche altri stanno indicando, al punto di congiunzione tra elettronica, jazz, progressive e math-rock; eppure si rivela un’esperienza davvero unica nel suo genere in grado di sfidare l’ascolto… Continue reading

Anton Eger – Æ [Edition Records, 2019]

By Marcello Nardi Feb 12, 2019 0

Æ is a displacement of a billion forces collapsing one on each other, heading in multiple and unique directions. When you might be tempted to call it chaotic, it becomes intensely pop, when disco synths take the lead, then the drummer adds an array of incredible odd measured patterns. Nothing is ever stable, but the work is definitively unique. Pointing in a direction where others are indicating as well, at the junction between electronic, jazz, progressive and math-rock, yet it proves to be really a one of a kind -genre-defying- listening experience. Anton Eger Æ 1 HERb +++ gA 2… Continue reading

Francesco Diodati Yellow Squids – Never the Same [Auand, 2019]

By Marcello Nardi Feb 2, 2019 0

L’interazione all’interno degli Yellow Squeeds si sta spingendo in avanti, raggiungendo una voce unica tra quelle band che stanno reinventando le influenze post-rock nel jazz, spingendo l’innovazione a livello armonico e ritmico. La band riesce a mantenere le individualità dei musicisti: è bello arrivare a quel punto perchè sostanzialmente riesci a metterti in uno stato di ascolto degli altri –spiega Francesco. Non hai più quella urgenza di dover esprimerti e far sentire che é il tuo momento. Rispetto anche agli altri. Diventa un gioco, un gioco chiaramente rischiosissimo perché dipende da le persone con cui suoni. Se l’altro musicista in quel momento non accetta quelle regole,… Continue reading

Francesco Diodati – Never the Same [Auand, 2019]

By Marcello Nardi Feb 2, 2019 0

Yellow Squeeds are shifting ahead their level of interaction, with an unique voice between those bands reinventing post-rock influences within jazz realm, bringing innovation at harmonic and rhythmic level. The band shows a deeper level of interaction, yet retaining the different sides of the musicians: I am looking for putting myself in a state of listening to the others – he says. I no longer have the need to express myself and to make evidence I need to protect my own ground. Being open to others is like playing a game, a risky game of course, because it depends on whom… Continue reading